Uno dei rischi connessi alle scommesse è ovviamente quello di perdere il denaro investito, che poi è la cosa che spaventa di più chi vorrebbe affacciarsi al mondo del betting, ma poi in definitiva sceglie di rinunciare per evitare di perdere denaro.

In realtà, ogni volta che facciamo un qualsiasi tipo di investimento stiamo scommettendo su qualcosa della cui riuscita non siamo (e non possiamo) essere effettivamente sicuri. Quante volte investiamo denaro in progetti lavorativi che sulla carta presentano tantissimi fattori favorevoli e che fanno pensare che tutto andrà per il meglio e poi invece quegli stessi progetti si rivelano un totale fallimento? E quante volte, invece, decidiamo coraggiosamente di mettere il nostro denaro in qualcosa che ha delle scarsissime probabilità di successo e pensiamo che in breve tempo perderemo i nostri soldi per poi ritrovarci, dopo poco, a contare i guadagni ottenuti?

Come hai scelto il tuo percorso di studi? Immagino che, tra le tue passioni, tu abbia scelto di seguire quella che secondo te era la più remunerativa, basandoti sull’epoca in cui vivi, su quanto è richiesto quell’impiego nel mercato del lavoro e quanto lo sarà nel giro di tre o cinque anni. Cos’è questa, se non una scommessa?

Per questi motivi non dovresti essere spaventato dal seguire il metodo Martingale.

In cosa consiste? Semplice: inizia a scommettere un importo minimo e se perdi raddoppialo. Hai perso ancora? Raddoppialo ulteriormente. Hai perso di nuovo? Ancora un altro raddoppio.

Il vantaggio concreto che offre questo metodo è quello di essere sicuro che, quando vincerai, avrai recuperato anche tutti i soldi che hai perso, oltre ad ottenere una piccola vincita.

Tuttavia, esiste uno svantaggio: qualora la striscia di sconfitte dovesse protrarsi a lungo (ci sono casi di persone che hanno superato le undici sconfitte di fila), rischieresti di trovarti a scommettere cifre altissime in breve tempo e di cui potresti non disporre, mandando a monte l’intero piano e ritrovandoti semplicemente con tanti soldi persi senza la possibilità di recuperarli.