Il demone più difficile da sconfiggere per quelli che da poco si sono avvicinati al gioco (ma anche per quelli che giocano da un po’ e magari hanno maturato un minimo di esperienza) è la paura di non riuscire a recuperare i soldi persi alla prossima occasione.

Tuttavia, esistono delle strategie che ti permettono di garantirti il recupero del denaro scommesso in precedenza con una sola giocata.

La verità è che per vincere serve costanza: è da pazzi sperare di fare un exploit da una botta e via. Ci sono troppi fattori e variabili in gioco che fanno la loro parte.

Da questa considerazione sono quindi nati diversi metodi di scommesse in progressione, atti a garantire, il recupero di quanto perso in precedenza con vari criteri di aumento della puntata.

Uno di questi, è il metodo Fibonacci.

Forse in molti conosceranno la sequenza elaborata dal matematico italiano Leonardo Fibonacci, in cui un numero della sequenza è il risultato della somma dei due precedenti. Ad esempio:

1 – 1 – 2 – 3 – 5 – 8 – 13 – 21 – 34 e così via.

Immaginiamo ora di applicare questo metodo alle scommesse e partire con una scommessa di due euro.

In caso di sconfitta, faremo naturalmente un’altra scommessa da due euro (0+2=2). In caso di ulteriore sconfitta, la scommessa sarà di 4 euro (2+2=4). Qualora dovessimo subire un’altra sconfitta, la prossima scommessa sarà di 6 euro (2+4=6) e così via, secondo la sequenza:

2 – 2 – 4 – 6 – 10 – 16 – 26 – 42 – 68 e così via.

Il vantaggio è chiaro: quando vincerai, avrai anche recuperato i soldi che hai scommesso in precedenza. Tuttavia, il metodo presenta un ovvio svantaggio: se la striscia di sconfitte dovesse protrarsi a lungo, potresti trovarti a scommettere un importo altissimo per una vincita molto bassa e soprattutto potresti non avere a disposizione tale somma, trovandoti così ad accettare la sconfitta.